Terzo settore e imprese sociali più collaborativi?

jamesjean_com the hub romaImmagine:jamesjean.com

Progettazione condivisa, partnership gestionali, alleanze strategiche. Il cantiere del no profit e, più in particolare, l’impresa sociale sta offrendo, negli ultimi mesi, segnali inequivocabili di accelerazione sul fronte delle collaborazioni“. E’ l’aperura di Elio Silva nel suo articolo del Sole24Ore di lunedì scorso, che analizza la ricerca Isnet (osservatorio sulle imprese sociali) e disponibile qui con un’anteprima (piccolo grande neo: non ci è permesso comprendere la numerosità del campione. Isnet ha prodotto una ricerca nel 2008 su dirigenti di 400 coop.sociali e nel 2009 in un estratto si legge “L’Associazione Isnet dialoga con una rete di oltre 900 imprese sociali”. Se avete precisazioni, sono le benvenute su questo blog!).

Dalla ricerca emerge che “l’ente locale resta l’interlocutore privilegiato” ma sono in calo il numero di organizzazioni nonprofit legate alla P.A. (-6,5% nel 2008, -11,8% nel 2009) così come la “soddisfazione” della relazione (aumentano gli insoddisaftti: 28%; diminuiscono i soddisfatti: 34%).
Lo stesso trend si evidenzia per le partnership con il mondo delle imprese. “Le organizzazioni con rapporti in diminuzione, che erano il 13% nel 2009, sono ora il 17,3%, mentre quelle con alleanze in aumento calano dal 22 al 16 per cento”.
Di relativo interesse invece il dato offerto dalle “relazioni con altre organizzazioni no profit“, ovvero “le uniche ad aumentare, sia pure di poco (dal 31 al 32,8%)” (Fonte: Sole24Ore)
Disastroso, invece, il rapporto con i media: “più della metà delle organizzazioni interpellate dichiara di non aver avuto occasioni di collaborazione con i media nell’ultimo anno” (fonte: Isnet).
Infine, appena sopra la media il livello di innovazione delle start-up, in termini di: “nuovi prodotti/servizi; nuove categorie di clienti; nuove aree geografiche nelle quali operare; miglioramento dei processi interni e organizzazione”.

the-hub-roma-ricerca-isnetFonte: Isnet

Innovazione, non dipendenza dalle pubbliche aministrazioni, progettazione condivisa, alleanze…lo diciamo da un pezzo. Non è più solo un approccio, un modo di fare impresa ed innovazione sociale ma una necessità. E’ il presente. Dove? A The Hub!

[Dario Carrera]