Prese!


Avete mai garantito per qualcuno? Del tipo “guarda lo conosco ed è ok”, opppure – un classico – “di che ti mando io”. Da quando è iniziato il percorso ad ostacoli nelle sabbie mobili della burocrazia, ci siamo imbattuti in diverse sfide. Una di queste, la fidejussione (o con la “i”, devo ancora capirlo). Eppure, a pensarci, il termine richiama sostantivi quali fede, fiducia, garanzia e quindi reputazione, stima. Macchè. Un costo per sostenere costi. Ma non ci lamentiamo. Cosa significa? Bè in sintesi, prendere ufficialmente le chiavi dello spazio, impossessarsene.

Eccole qui. Sullo stesso tavolo dove per mesi abbiamo contrattato le condizioni d’affitto, firmato per la costituzione della società e dove troneggia un rinoceronte di pietra keniota che ci osserva ogni volta con sospetto. Sa anch’esso però che tra poco inizieranno i lavori, ci ha sentiti ieri. Ci ha sentiti quando concordavamo i tempi e le questioni calde da affrontare; quando ci liberavamo di uno dei tanti scogli di questa traversata difficile; quando con un pò di fatica mettevamo l’ennesima firma sull’ultima pagina di documenti improbabili. Ci ha sentiti, quando con un pò di orgoglio prendevamo le chiavi, due mazzi, quattordici chiavi(!). Ci ha sentiti, e quasi ci ha sorriso fiducioso.

7 commenti

  1. Daje! Il rinoceronte keniota ha sorriso, segno di buon auspicio.

    A presto!

  2. Dai, dai … ennesimo ostacolo superato! Continuate così :-)

  3. CONGRATS! Chissà se il rinoceronte ha già un nome.. ;-)

  4. Congratulazioni!

    “With love and patience, nothing is impossible”

  5. complimenti, anche a Bari si sta andando paralleli più o meno con i tempi, chi la spunterà prima?
    ;)

Trackbacks/Pingbacks

  1. […] cambiamento è nell’aria. Abbiamo le chiavi, si aprono le porte di The Hub Roma per l’inizio dei lavori “strutturali” sullo […]