Manifesti Immaginari: Pubblicità e Solidarietà

Si appresta alla chiusura la mostra “Manifesti Immaginari. Indicazioni terapeutiche ed effetti collaterali della pubblicità“, in corso sino al prossimo 12 febbraio, negli spazi dell’ex Pastificio Cerere nel quartiere San Lorenzo, in Via degli Ausoni n.3. La mostra è parte integrante di un inedito progetto di solidarietà che coinvolge cultura, pubblicità e comunicazione, e si articola in eventi e attività didattiche.

Il progetto, organizzato da City4City, è promosso dall’Associazione Alida Valli, nata sull’onda della recente scomparsa della straordinaria e popolarissima attrice, che tra le sue mission ha lo svolgere attività di formazione che contribuiscano ad accrescere nei giovani la consapevolezza rispetto al mondo della comunicazione espresso in diverse forme d’arte, tra cui la pubblicità. Il progetto coinvolge attivamente l’universo scolastico, programmando, nel corso di un anno, un centinaio di incontri didattici sul tema dei segni e simboli della comunicazione. La mostra è invece principalmente dedicata a un pubblico più adulto che intraprende un percorso sui temi della pubblicità ed al tempo stesso è invitato ad avvicinarsi alle attività di Comunità solidali nel Mondo, organizzazione impegnata in progetti di cooperazione in Tanzania.

In particolare il sostegno è rivolto al progetto Inuka-Alza la Testa, avviato in Tanzania nella Regione di Iringa con l’obiettivo di migliorare lo standard di vita e favorire l’integrazione scolastica e sociale dei bambini con disabilità per dare loro accesso ai servizi di riabilitazione nelle loro stesse comunità usando risorse

in prevalenza locali. In Tanzania il 5 – 8% circa della popolazione è disabile: la stima riguarda almeno 2 milioni di persone con problemi di cecità, sordità ma anche con problemi ortopedici, di paraplegia, di paralisi cerebrali infantili da parto.

Se la formazione a livello nazionale servirà per rendere più consapevoli i nostri ragazzi e cittadini, dall’altro tutto il ricavato delle mostre e sponsorizzazioni servirà fornire sostegno economico per aiutare lo sviluppo di conoscenza e tecniche per il futuro benessere dei bambini in Tanzania. Con i fondi che si ricaveranno dal progetto Manifesti Immaginari si contribuirà a costruire un primo spazio a cui aggiungere una più impegnativa struttura destinata alla vera e propria riabilitazione che prevede, oltre ad ambulatori e laboratori, una spazio per la degenza dei pazienti, una mensa e un ufficio di coordinamento per le attività riabilitative esterne soprattutto nei Villaggi sulla base della metodologia della Riabilitazione su Base Comunitaria (RBC).