L’Ottobrata Urban Experience

Nuovo appuntamento con gli eventi dell’Ottobrata Romana curati dal cantiere Urban Experience dell’amico Carlo Infante.

Come sapete, l’Ottobrata Romana è uno stato d’animo piuttosto che una manifestazione, ma non è mai stato rilanciato come evento. Oggi quel sentiment viene reinterpretato in un progetto di urban experience che intende armonizzare le tradizioni, attraverso la messa in scena della memoria del territorio, con l’innovazione della multimedialità e del social networking e contribuire a fare di uno stato d’animo un modello di sviluppo attraverso il valore d’uso creativo della Città.

Come sempre il progetto Urban Experience contempla azioni su più piani, dall’happening radioguidato ai progetti di urbanistica partecipativa, dalle esplorazioni psicogeografiche al social housing, dal marketing territoriale non-convenzionale all’innovazione sociale, dalle palestre di cittadinanza interattiva all’integrazione memoria-reti-territorio secondo i format creativi del performing media. Il Focus, quest’anno, sarà sul territorio del quartiere Portuense, nel XV Municipio. Ma eccovi tutti gli eventi:

La presentazione del progetto Urban Experience per l’Ottobrata Romana si terrà al Tempio di Adriano il 13 ottobre, alle ore 18, dopo un pomeriggio di brainstorming sull’innovazione territoriale, con un Talk Lab condotto da Carlo Infante, dal titolo: Urban Experience per la nuova rete del valore: la ricchezza generata dal comportamento creativo degli utenti a cui seguirà una degustazione teatrale radioguidata di prodotti tipici e vini.

Il 14 ottobre alle ore 18, da Piazza Testaccio partirà, in collaborazione con l’Associazione Testaccio in Piazza,  una passeggiata radioguidata attraverso le criticità e le risorse del quartiere: un Walk Show che utilizzerà un particolare sistema radiotrasmittente. Si parlerà delle peculiarità di Testaccio e delle problematiche del trasferimento del mercato rionale secondo i metodi dell’urbanistica partecipativa, in un’azione itinerante che incontrerà (ore 19 al rgb46) l’installazione video Invideoveritas#3, visualmapping di OffStudioDesign sulle memorie del Testaccio e (alle ore 20 al Rising Love) il Dj-Vj set Royal Rambo UltraCocci e Videovora di Mimesi’S Culture.

Momento clou è Performing Arvalia al Forte Portuense (via Portuense 547), un’azione teatrale radioguidata per mettere in scena il territorio, attraverso la memoria dei suoi abitanti: dando forma alle storie raccolte in un’attività che coinvolgerà  anche i ragazzi delle scuole (con un laboratorio multimediale curato a Corviale da Portobeseno). Questo lavoro sarà anche online in un geoblog che mapperà quel territorio, sia con i repertori audio delle memorie orali sia con frammenti letterari di brani che lo hanno descritto. L’esplorazione teatrale si svilupperà grazie ad un sistema di cuffie e apparecchi radio che gli spettatori indosseranno insieme a lampade frontali per vedere emergere dal buio della fortezza abbandonata gli Arvali.

Infine, dal 13 al 17 ottobre, sulla linea 786 da Stazione Trastevere verso Corviale, sono previste delle incursioni di urban experience, in collaborazione con CaRma-Epica Pop, con letture, ascolti e bluetoothing per promuovere l’evento.