L’Hub cerca casa

Polonia upside-down-house

Polonia, fonte: www.pointclickhome.com

Come sapete anche l’Hub è in cerca della sua casa. Uno spazio che vi faccia sentire a casa: in cui vi piacerà venire per le persone che incontrate, le idee che circolano, per l’atmosfera piacevole e confortevole. Avete visto gli altri hub, attraverso i loro siti web (e qualcuno di voi è stato all’Hub di Londra). Vi siete resi conto della diversità che caratterizza il nostro network. Diversità e contaminazione sono gli ingredienti base degli Hub.

La casa di The Hub deve avere una metratura minima di 350-400 mq, comprendere un’open space di almeno 200 mq (il cuore dell’hub),  accessibile anche con i mezzi pubblici.

Se avete suggerimenti postateli nei commenti oppure scriveteci a info@hubroma.net

Australia

Australia, fonte: www.pointclickhome.com

Personalmente ho sempre pensato che casa non è banalmente il posto in cui abito, ma quello che sento come tale, quale spazio di relax, benessere e intimità. Un guscio, ma anche un sistema osmotico, sperimentato durante i tanti anni di convivenza con amici.

rotterdam

Olanda, fonte: www.pointclickhome.com

Gli Hub sono camaleontici, rispondono alle ambizioni, alle tradizioni, alle innovazioni, ai colori del proprio territorio; mettendo tutto questo in rete su scala globale.

gravity_defyingExtreme Tree House (Irian Jana, Indonesia)

Indonesia, fonte: www.pointclickhome.com

The Hub Roma sta cercando uno spazio distintivo, originale, funzionale e piacevole da plasmare assieme a voi. E a voi chiediamo supporto nell’individuare lo spazio che risponda meglio ai nostri bisogni, declinati al meglio durante le prossime co-creazioni.

ohio

Ohio, fonte: www.pointclickhome.com

Entro poche settimane – il 31 gennaio – vogliamo definire una short list degli spazi “hubbabili”.

canada

Canada, fonte: www.pointclickhome.com

Per tutto il resto pensate a un posto in cui dire wow quando si entra e che chiamereste casa!

2 commenti

  1. If you go into a grey concrete box with one little window, it’s claustrophobic, it’s cold. If you put a skylight in it and you make the window bigger and put a tree outside and put wood on the floor, it gets better. And it can get better and better until it becomes a humanistic space to which our bodies respond, our emotions respond.

    Frank Gehry in Wisdom by Andrew Zuckerman.

    We can do the same in our workplaces. Not just with the physical space but with how we work, interact, connect and get things done. Frank Gehry adds skylights, wood flooring and trees. We add stories.

    [via Anecdote]