La riforma del sistema sanitario americano in 5 punti

Vi siete persi nel lungo e tormentato percorso di riforma del sistema sanitario in US? Vi sentite confusi? Se non vi sono chiare tutte le 2.309 pagine – che trovate nel the health care reform legislation del disegno di legge di riforma sanitaria firmato di recente dal presidente Obama, la CNN ha fatto il lavoro per voi: cinque punti-chiave digeribili, che con Serena andiamo ad alencare.

1. Assicurazioni sanitarie obbligatorie…per le compagnie
A più di 13 milioni di americani adulti (non anziani) è stata negata l’assicurazione sanitaria per le condizioni “pre-esistenti”, secondo il Commonwealth Fund; il 21% della popolazione secondo la Kaiser Family Foundation.
A partire dal 2014, la nuova normativa renderà illegale considerare le “condizioni pre-esistenti” per escludere, limitare o fissare tassi di copertura “irrealistici” per un privato o un dipendente.
Se risiedete negli States e volete capire in che condizione vi trovate ed il vostro “tasso di copertura” cliccate qui, dall’Alabama al Wyoming tutti i riferimenti e le istituzioni interessate.

2. Bamboccioni coperti fino a 26 anni
La riforma impone alle compagnie di assicurazione di consentire ai figli a carico di “appoggiarsi” alle polizze assicurative dei genitori fino all’età di 26 anni. Ogni Stato prevede delle condioni diverse secondo età e situazione lavorativa e familiare dei genitori (per approfindire, eccole qui).

3. Sovvenzioni sui premi
Dal 2014 sono previste sovvenzioni per chi non riceve copertura assicurativa da parte del proprio datore di lavoro. L’entità della sovvenzione dipende dal reddito, dallo status di single o con famiglia, dalla età e dal luogo di residenza. Ecco alcuni esempi:
– per un quarantenne single, residente in una zona a costo medio e reddito annuo di $30.000, si prevede un sussidio pari a $850 su un costo totale di $3.500;
– per lo stesso quarantenne con una famiglia di 4 persone ed un reddito annuo di $60.000, il sussidio sale a $4.220 su una polizza di $9.435.
Per calcolare il proprio sussidio è sufficiente fare riferimento al “the Kaiser subsidy calculator”.

4. Le responsabilità dei datori di lavoro
Tra quattro anni, le aziende con più di 50 addetti dovranno coprire almeno il 60% dei costi del piano assicurativo di ciascun dipendente. In caso contrario, la società sarà multata di $750 l’anno per lavoratore a tempo pieno. Nel frattempo, realtà come Coverage for All, Ehealthinsurance e la Patient Advocate Foundation stanno offrendo supporto per la ricerca e la stipula dell’assicurazione giusta (per approfondire sui programmi di assistenza vi consiglio un articolo della CNN che potete trovare qui).

5. Punti di forza e debolezza per gli anziani
La AARP, l ‘Associazione Americana dei Pensionati, evidenzia due innovazioni importanti per gli anziani: si dà alle persone l’accesso a “Medicare” (Medicare e Medicaid sono organizzazioni create dal governo centrale per aiutare chi non è coperto da un’assicurazione sanitaria) per nuovi servizi gratuiti di prevenzione – tra questi, per il cancro e il diabete -; inoltre, entro il 2020 Medicare sarà esentata dal pagamento una volta che ciascun anziano abbia superato la spesa di $2.830 per farmaci per la prevenzione (e fino ad un limite di $4.550).
Tuttavia, il Congressional Budget Office, in una lettera al leader della maggioranza al Senato Harry Reid (che potete trovare qui), lamenta un decremento della spesa dedicata ai beneficiari Medicare, denunciando un aumento dichiarato del solo 2% annuo per il futuro, invece del 4 erogato in precedenza.

Scelte. Scelte coraggiose. Ancor più se pensiamo agli effetti della riforma nel settore corporate farmaceutico, assicurativo. Dan Roam la definisce infatti la riforma delle assicurazioni più che del sistema sanitario. Vi consigliamo in chiusura  la sue serie di slide.

Healthcare Napkins All

Fonte: Dan Roam
[Serena Rizzi e Dario Carrera]

2 commenti

  1. Pharme169

    Hello! ckefdbd interesting ckefdbd site! I’m really like it! Very, very ckefdbd good!

Trackbacks/Pingbacks