L’innovazione sociale corre in aiuto a Napoli

Dove falliscono le istituzioni, può riuscire l’innovazione sociale. E’ questa la scommessa che ha lanciato al mondo la rete britannica di Euclid, insieme a Project Ahead, CSV Napoli e Fondazione UniCredit, dando il via in questi giorni ad un concorso, il primo nel suo genere, per cercare di dare una risposta ad alcune delle immense sfide che Napoli deve affrontare quotidianamente: la Social Innovation Competition.

Il concorso è aperto a chiunque abbia voglia di offrire risposte innovative, imprenditoriali e sostenibili a 6 specifiche sfide, che potete leggere in dettaglio qui, e che sono:

  1. Trasformare una villa confiscata alla Camorra in un’Impresa Sociale economicamente sostenibile;
  2. Rendere accessibili e sostenibili delle Terme Romane abbandonate;
  3. Creare un piano di lavoro economicamente sostenibile per un organizzazione di volontariato;
  4. Creare un modello di business sostenibile per un’organizzazione non-profit che opera per limitare l’abbandono scolastico;
  5. Creare una nuova metodologia di inclusione sociale per combattere l’emarginazione dei giovani Rom presenti a Napoli;
  6. Creare una nuova modalità di riciclo della fibra tessile.

Per ciascuna sfida, ci sono in palio €10.000 per sostenere la fase iniziale dei progetti selezionati, con potenziale di ulteriori fondi una volta che i progetti sono partiti. Per qualunque altra informazione, visitate il sito di Euclid, e inviate le vostre idee entro il 10 agosto!

[via The Hub Milano]

1 commento

  1. ottima iniziativa!