E’ successo

Quando abbiamo girato la chiave della serranda lunedì scorso, lo spazio si presentava con un’energia diversa. Come se avessimo, tutto di un colpo, abbandonato per sempre la fase di transizione per entrare nel vivo. Membership da sottoscrivere, un evento da gestire, spazio da curare, Hubber con i quali confrontarsi su progetti in start-up o da consolidare.

Alle 9 in punto i primi Hubber, quasi con timido rispetto, affrotavano l’open space per accomodarsi alle postazioni. Connessione ok? Tavoli e sedie predisposte? Incrocio tra appuntamenti all’Hub e call online ok? Erano questi i nostri ckeck alle 9,01 dopo un week end a base di scopettone, stracci, sgrassatore e tira acqua (quest’ultimo gentilmente donato da Fabrice, il capitano dei Liberi Nantes).

La mattinata scorre. Qualche interruzione per l’immancabile burocrazia italiota, e si ricomincia. Alcuni meeting, l’ultima ramazzata ed arriva Rosario Sapienza, il nostro special guest dell’Hub sicilano. Predisponiamo lo spazio.

Grazie alle impostazioni di Giorgio Antonazzo ed ai tavoli di Giacomo Ortenzi l’open space si trasforma in un attimo. Ed eccoci – incredibilmente puntuali, e ci capita spesso – a confrontarci sui programmi europei per la social innovation, la rete globale di The Hub e quella italiana. Poi un brindisi, poi ancora un altro ;) e tanti profili interessanti che si scambiano contatti, idee, stimoli.

La saracinesca va giù, così come le energie spese. La stanchezza si fa sentire e si crolla appena percepita la vicinanza del capo al cuscino. Poi la sveglia di Michele (non ho fatto in tempo ad impostarla la sera prima ;) e si ricomincia a vivere uno spazio in trasformazione continua. E’ l’Hub, è successo ed ha 7 giorni, benvenuti.

1 commento

  1. Diana

    Thanks for the comment on my blog. It rellay rellay rellay met a lot to me.Blogging doesn’t have to be as difficult as you think.Be honest (yes sometimes honesty means you to take a stand), share ( which your delicious recipes are already doing that) provide fresh content and there you go.On a different note the bacon wrapped quiche look divine.Right now my favorite red wine of the month is Mirassou form California. A pinot noir with rellay lushes velvety blackberry-ish plum flavour.