Dall’Open Parlamento all’Open Municipio, la strada della Social Innovation passa anche per i Comuni

La social innovation entra nelle pubbliche amministrazioni locali nella forma della partecipazione e della trasparenza, e con un nome e cognome: OpenMunicipio.

Dopo il successo di OpenParlamento, che in breve tempo si è imposto come il canale di accesso privilegiato per seguire, comprendere e divulgare le attività del Parlamento italiano, la collaborazione  tra Openpolis ed InformaEtica dà vita a OpenMunicipio. Progetto non profit che ha lo scopo di aprire la politica e l’amministrazione dei Comuni italiani alle comunità dei cittadini, attraverso la piena trasparenza di processi, atti e decisioni, per facilitare la condivisione delle scelte, delle informazioni e la partecipazione democratica.

OpenMunicipio è una piattaforma internet che si alimenta dei dati politico-amministrativi ufficiali, forniti dai singoli Comuni aderenti, per distribuire dati in formato aperto e standard (opendata) e offrire alla cittadinanza servizi gratuiti di informazione, di monitoraggio e partecipazione attiva.

Le informazioni puntuali sulle attività di SindacoGiunta e Consiglio, personalizzate in base agli argomenti che interessano il singolo utente, vengono recapitate direttamente nella sua casella di posta elettronica.

Openpolis ed InformaEtica hanno avviato nel 2011 la realizzazione dell’infrastruttura tecnologica di OpenMunicipio, ed oggi i due Comuni apripista sono Senigallia e Udine. Next?

[via githubfoto Dario Carrera “Senza motivo: ghiacchio a S.Lo”]