Bodyspacemotionthings, i visitatori creano l’opera

reuters158429282505135541_big

La Tate Modern di Londra ha ricreato un’installazione dell’artista americano Robert Morris del 1971: la Bodyspacemotionthings. Uno spazio dove tutti i visitatori possono liberarsi facendo capriole, arrampicandosi con corde o a mani nude, entrare in un cilindro e rotolarsi, entrare e uscire da cassettoni. Entrano dal vivo nelle istallazioni. I visitatori creano l’opera.

reuters158431002505135546_big

“Nel 1971 l’allestimento fu chiuso per il timore che qualcuno si facesse male. Adesso gli addetti vigileranno sulla sicurezza dei visitatori” (fonte:repubblica.it).

[Dario Carrera]